contatti

Associazione Rudina

Viale G. Matteotti,1

89030 Ferruzzano (RC)

​​info@rudina.it

  Ideato e curato da Antonia Tallarida / Francesco Pezzimenti per Associazione Rudina © 2019

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon
  • Rudina

Escursione Borgo di Ferruzzano e Bosco di Rudina



ITINERARIO NATURALISTICO-PANORAMICO-STORICO AD ANELLO


DESCRIZIONE SENTIERO

Dalla Piazza della Memoria del Borgo di Ferruzzano, ampio balcone sullo Jonio che offre un incantevole panorama a 360°, si percorre il belvedere del rione “Prachi” dirigendosi in discesa verso il “Muraglio”, sito che reca tracce del neolitico in forma di scale scavate nella roccia e che nell’etimo (muraglia) fa riferimento alla presenza di un accampamento romano come testimoniano le numerose sfere litiche (palle da catapulta) che era possibile repertare.

Si procede agevolmente, sempre in discesa, fino alla località “Portella”dove, nei pressi della fontana omonima, graffiti su una roccia vi sono 2 colubri di Esculapio (cervone o appastoiavacche) legati tra loro testa-coda, simbolo del Dio della Medicina e che, nella società matriarcale preesistente alla colonizzazione magno-greca erano simbolo della fertilità femminile.

Ci si immette poi, sempre in discesa, nell’antico selciato Portella-Pinnia e, dopo un breve tratto, si devia a sn. su una strabella tagliafuoco che procede, con agevoli saliscendi,fiancheggiata a sn. da formazioni rocciose caratteristiche (Rocca dell’Edera, R. di Cerasa ) ed a dx dal Bosco con sullo sfondo l’ampio letto ghiaioso della fiumara La Verde.

Dopo aver raggiunto la carrabile che attraverso il Bosco conduce alla La Verde, si sale per qualche decina di metri, per poi immettersi su un sentiero che conduce alla fontana di Zacaria, in passato punto importante e prezioso di rifornimento idrico.

Si sale poi lungo la sterrata che dalla fontana conduce all’area di picnic, nei pressi della quale è possibile ammirare due palmenti di diversa forma e foggia.

Procedendo sempre lungo la sterrata, si giunge nuovamente sulla carrabile per la La Verde, si devia a dx. verso le Rocce di Zacaria che nell’etimo fanno riferimento alla presenza di un insediamento monastico basiliano.

Si continua lungo la carrabile che attraverso località Mastronicola, procedendo in salita, conduce al vecchio cimitero e poi, sempre in salita, attraverso il rione “Stinchi”, riporta al punto di partenza, la Piazza della Memoria.

Il facile percorso turistico consentirà di scoprire una realtà geografica dell’Aspromonte Orientale che è lo scrigno di tesori ambientali, paesaggistici e culturali da conoscere e tutelare, frutto di un rapporto millenario tra fenomeni geo-morfologico-ambientali spesso tristi ed un’azione umana per molti versi saggia e caparbia; dove la storia si intreccia indissolubilmente con la natura; dove ogni roccia, ogni vecchio albero, ogni rovina parla linguaggi dimenticati e la toponomastica dei luoghi fa emergere memorie che esprimono la nostra identità culturale.

L’escursionista si troverà immerso in un mosaico dalle accese policromie i cui tasselli sono rappresentati da :

Isolati complessi rocciosi che si ergono maestosi, forgiati dagli agenti atmosferici in forme curiose e bizzarre ( Rocche dell’Edera, di Cerasa, di Zacaria),

Antichi palmenti scavati nell’arenaria (manufatti di paleoviticoltura attestanti una lunga stratificazione di civiltà, da quella preellenica a quella bizantina)

Bosco di Rudina (mosaico botanico unico, tanto da essere inserito tra i 47 siti SIC nell’ambito del progetto Bioitaly),

Resti di insediamenti greci (frammenti di pithos, embrici e ceramica nera);

Fitta rete di antichi selciati che ricalcano la centuriazione romana;

Scorci paesaggistici mozzafiato;

Centri storici ormai in abbandono, fatti a misura d’uomo per il silenzio di pace che li avvolge e la calorosa accoglienza della gente (Borgo di Ferruzzano);


DIFFICOLTA’ : T (turistico) TEMPO : Ore 2,30

DISLIVELLO : 474 slm – 385 slm.

COMUNI INTERESSATI : Ferruzzano Superiore


Per Info e prenotazioni di visite guidate - Santo Panzera

Cell. 340-3885483