contatti

Associazione Rudina

Viale G. Matteotti,1

89030 Ferruzzano (RC)

​​info@rudina.it

  Ideato e curato da Antonia Tallarida / Francesco Pezzimenti per Associazione Rudina © 2019

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon

Spagnola e malaria

 

Dopo la prima guerra mondiale l’epidemia della Spagnola colpì duramente il paese e poi nei primi anni venti del 900 si formò ,dopo l’abbassamento di circa ottanta metri di tutta la contrada Gurni, un grande acquitrino che provocò  decine di morti per malaria ed in tale occasione la gente restò sola, aiutata solo dall’attivismo del farmacista Sculli che sollecitò interventi che portarono al prosciugamento della palude con la creazione di un canale di sfogo in località Martisi; tale situazione incoraggiò ancora di più l’emigrazione, specie  verso gli Stati Uniti.

L’attivismo dei contadini di Ferruzzano continuò e nel 1921 elessero come sindaco socialista Giuseppe Sculli, fratello di Giovanni Sculli, che richiesto  dal prefetto fascista di Reggio, era avvenuta la Marcia su Roma del 28 ottobre del 1922, se nelle aule scolastiche e nel municipio fosse esposto il Cristo in croce, rispose in tali termini; assicuro che non solo nelle aule scolastiche e nella sala del municipio, ma tutti questi poveri tuguri, rigurgitano di poveri cristi in croce.

Era l’aprile del 1923 e l’amministrazione fu sciolta in seguito a tale risposta.

                       < 15 >