Il terremoto del 23 ottobre del 1923

 

Da lì a poco arrivò un colpo mortale per Ferruzzano, un terremoto con epicentro sotto la collina su cuisorgeva: era il 23 ottobre 1907 alle ore 21,30, un anno prima del terremoto di Reggio e Messina e fu un disastro.

I morti accertati furono 163, senza contare quelli che morirono in seguito per le ferite riportate, e le vittime rappresentavano le migliori risorse del paese, in quanto alcuni di essi erano studenti universitari; crollarono anche i palazzi antichi, alcuni del 600  e la chiesa.

Intervenne lo stato che non fu capace di trovare un sito per la ricostruzione, ma furono costruite alcunecase  e poi assegnate a pagamento, dal comitato lombardo -piemontese a favore dei terremotati in contrada Saccuti; fu attivissimo in tali momenti difficili il filantropo Umberto Zanotti Bianco che fondò a Ferruzzano disastrata, per conto dell’ANIMI ( Associazione Nazionale Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia )  due asili.

E la gente andò via, tra cui le menti migliori del paese e buona parte della classe lavoratrice che emigrò negli   Stati Uniti,Argentina e  Canada, mentre le famiglie benestanti si trasferirono a Reggio, Brancaleone e Bianco; solo in un giorno per gli Stati Uniti partirono 50 persone.

 

                         <12 > 

contatti

Associazione Rudina

Viale G. Matteotti,1

89030 Ferruzzano (RC)

​​info@rudina.it

  Ideato e curato da Antonia Tallarida / Francesco Pezzimenti per Associazione Rudina © 2019

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon